Finalmente esiste di nuovo una dotazione di risorse pubbliche regionali dedicate all’artigianato e alla micro e piccola impresa pari a 25 milioni di euro, risultato raggiunto a fronte di un grande impegno sindacale di CNA Piemonte che deve anche essere capitalizzato in termini effettivi di beneficio da parte delle nostre imprese potendo sfruttare tali opportunità.

L.R. 34/04: sostegno agli investimenti per lo sviluppo delle imprese e per l’ammodernamento e innovazione dei processi produttivi

La Regione Piemonte ha finanziato la L.R. 34/04, ovvero il sostegno agli investimenti per lo sviluppo delle imprese e per l’ammodernamento e innovazione dei processi produttivi.

Tale agevolazione è destinata alle Micro, piccole e medie imprese (Linea A) e Grandi imprese (Linea B), finalizzata alla copertura del fabbisogno finanziario delle imprese per la realizzazione di progetti di investimento, sviluppo, consolidamento e per le connesse necessità di scorte. Le imprese ammesse non sono solo quelle già attive, ma anche quelle in avviamento di attività.

Quali sono le spese finanziabili

Le spese ammesse sono molto ampie, altri bandi regionali (sempre a favore di Micro e Piccole Imprese) sono invece molto più restrittivi. Le spese finanziabili si suddividono in due categorie. Tra quelle “con limitazione” sono previste anche scorte, avviamento di azienda e acquisto/costruzione immobili per attività d’impresa.

  1. Macchinari e impianti di servizio ai macchinari, attrezzature;
  2. Hardware e software;
  3. Mobili, arredi, macchine d’ufficio, altri beni, strumentali al progetto di investimento;
  4. Automezzi per trasporto di cose alimentati a combustibili tradizionali o a combustibili alternativi;
  5. Opere edili;
  6. Brevetti, marchi, licenze, diritti d’autore;
  7. Sistemi e certificazioni aziendali che riguardino la qualità della lavorazione, il rispetto per l’ambiente e la sicurezza e la salute dei lavoratori;
  8. Certificazioni di prodotto non obbligatorie rilasciate da Organismi di certificazione adeguatamente accreditati.

Per le imprese o ditte individuali costituite da meno di 6 mesi rispetto alla data di presentazione telematica della domanda, sono ammissibili le spese sostenute entro i 6 mesi antecedenti la data di presentazione della domanda telematica (massimo 30% del totale dei costi ritenuti ammissibili).

 

Caratteristiche dell’agevolazione

  • Finanziamento agevolato a copertura del 100% delle spese, con intervento massimo regionale a tasso zero del 70%. Investimento minimo:

– 25.000 euro micro e piccole imprese;

– 250.000 euro medie imprese;

– 500.000 euro grandi imprese;

  • Contributo a fondo perduto:

– micro imprese: 10% della quota di finanziamento pubblico erogata;

– piccole imprese: 8% della quota di finanziamento pubblico erogata;

– medie imprese: 4% della quota di finanziamento pubblico erogata.

 

Durata del finanziamento

Da 36 mesi a 72 mesi a seconda dell’entità del finanziamento.

 

Importi del finanziamento

L’importo minimo dell’intervento è di 25 mila euro, quindi assolutamente alla portata delle micro-piccole imprese.

 

Presentazione della domanda

CNA è a tua disposizione per ogni approfondimento e per assisterti nella preparazione e nella presentazione della proposta/domanda di contributo/agevolazione e nella sua successiva gestione e rendicontazione. Per ulteriori informazioni contattaci.

Per saperne di più.