La legge di stabilità 2016 ha prorogato per le madri lavoratrici la possibilità di richiedere, anche per il 2016, a fine congedo di maternità ed entro gli 11 mesi successivi, i voucher per fruire dei servizi di baby sitter o per il pagamento della retta di asili nido pubblici o privati accreditati.

Il contributo ammonta a 600 Euro mensili per un massimo di 6 mesi (3 per le lavoratrici iscritte alla Gestione Separata). L’Inps ha fornito le istruzioni per l’utilizzo delle nuove funzionalità internet per assegnazione e successiva gestione dei voucher, in modo da evitare la consegna dei buoni cartacei; la nuova procedura, che deve essere utilizzata dopo aver presentato la domanda di accesso alla prestazione, consente l’acquisizione, la gestione e la restituzione dei voucher inutilizzati. Con la nuova procedura la lavoratrice si dovrà dotare del Pin Inps, anche nel caso la domanda di voucher sia stata presentata da un patronato.

Con il proprio Pin la madre accederà alla procedura Inps, sceglierà “appropriazione bonus” inserendo il proprio codice fiscale e quello del bimbo o bimba, il numero della domanda presentata, l’anno di riferimento ed entrerà così in possesso del bonus. L’appropriazione del bonus deve essere fatta entro 120 giorni dalla data della ricevuta di accoglimento della domanda di bonus (la non appropriazione entro il termine dei 120 giorni si considera rinuncia). I voucher non utilizzati vanno resi all’Inps con la procedura di restituzione bonus, entro due anni dal ritiro.

Per informazioni rivolgiti al nostro patronato 015 351121