Sabato 5 ottobre 2019 si è svolta presso Palazzo Ferrero a Biella la presentazione dell’opera realizzata dall’artista Daniele Basso in occasione del 50° Anniversario di CNA Biella.

Un momento storico per la vita dell’Associazione e di tutti i nostri associati accorsi per festeggiare con noi questa giornata tanto attesa: infatti, già il 23 maggio presso il Sellalab in occasione della serata “Arte, Industria e Territorio” avevamo iniziato a svelare qualcosa insieme a Daniele, al nostro Presidente Gionata Pirali e all’Amministratore Delegato di Banca Sella Claudio Musiari.

E oggi eccoci qui, finalmente, a poterti parlare della nostra tanto attesa opera: Bimbo Faber!

 

Bimbo Faber, Daniele Basso e CNA Biella

“Essere artigiani è un fatto di passione. Bimbi alla ricerca d’identità che affrontano ogni giorno, con curiosità e coraggio, nuove sfide. Per raggiungere l’eccellenza. Per lasciare un segno. Un’eredità che diventa prima cultura di famiglia, poi della comunità, fino ad essere espressione di un intero territorio”. Questa è la suggestione che ha regalato al pubblico in sala l’artista Daniele Basso parlando della sua opera. Bimbo Faber racconta una storia personale che diventa universale.

“Un pezzo d’Italia, la CNA di Biella, che incarna l’essenza di quel Made in Italy che affascina il mondo. Un mondo che guarda come un bimbo alle nostre maestranze con rispetto e ammirazione. Simbolo di un Saper Fare unico che diventa sistema, da difendere con passione nell’era della comunicazione globale”, ha proseguito Basso.

È poi intervenuto il Presidente di CNA Biella, Gionata Pirali, per sottolineare che proprio con questo spirito l’opera Bimbo Faber vuole raccogliere in sé i valori fondamentali dell’Associazione e, attraverso le emozioni che solo l’arte sa regalare, condividere con i soci e la comunità l’energia creativa dei progetti futuri, orientati alla crescita nel rispetto dell’uomo e del suo benessere, per un futuro sempre migliore.

È questo un progetto che nasce dalla passione per il proprio mestiere e dall’incontro dal mondo dell’artigianato e delle PMI con l’arte, per tracciare nuove rotte in cui ritrovare il significato del nostro agire nell’Italia dei distretti d’eccellenza, dove varietà e differenze sono un’enorme ricchezza e la chiave del successo nel mercato globale di oggi e di domani.

Il dialogo dell’arte con il mondo dell’artigianato, dell’imprenditoria e dei professionisti, in accordo con le nuove politiche di Corporate Social Responsability (CSR) sempre più importanti nel mercato internazionale, offre l’opportunità di mescolare intuizioni ed esigenze per dare vita a nuovi progetti che, oltre il risultato economico, riportano l’uomo e il suo benessere al centro del sistema, generando inevitabilmente un impatto positivo di crescita del territorio e della comunità.

Bimbo Faber, inaugurazione

Perché Bimbo Faber

Daniele nel corso dell’inaugurazione, a cui sono accorsi tantissimi nostri associati da tutta la Provincia, ha spiegato il senso della sua opera, che ha racchiuso in queste parole.

“Vedere il mondo con gli occhi del bambino è sempre un grande vantaggio. Permette di cogliere lo stupore della vita. Di entusiasmarci e mettere questa energia al servizio del progetto. Chi fa l’artigiano in Italia oggi non può che voler proteggere questo straordinario spirito d’iniziativa, che ci porta oltre i nostri limiti ogni giorno. Bimbo Faber è il simbolo di questo spirito indomito e curioso, che ci rende inventori, costruttori, esploratori dell’ignoto ed entusiasti della vita.”

Il significato delle forme astratte

Basso racconta al pubblico in sala che il simbolo scelto è la trasformazione delle lettere CNA in volumi astratti: il cerchio (la C), il cubo (la N) e il cono (la A). Così, in uno slancio d’immaginazione, la sigla diventa volumi. Come le idee diventano progetti e poi oggetti nelle mani degli artigiani e degli imprenditori che sanno proteggere e assecondare la propria voglia di sognare un mondo migliore.

La collaborazione con l’azienda Laseryacht di Viareggio

L’autore di Bimbo Faber prosegue sottolineando come l’arte porta a collaborare con le persone, più che con le strutture in cui esse operano. È un fattore d’identità, in cui si ha l’opportunità di esprimere il senso del proprio agire. Su questo paradigma, che trasforma la stima in amicizia, si basa la sua collaborazione straordinaria con Alfiro Andreucci e con tutti i “piratini” di Laseryacht (azienda di Viareggio), uomini che gettano il cuore oltre l’ostacolo, dando il massimo per raggiungere obiettivi per altri impensabili.

Con loro Basso ha individuato una lavorazione di grande fascino, unica e in esclusiva, in cui l’arte ha dato loro l’opportunità di esprimere al meglio le emozioni e le potenzialità dell’acciaio e di Laseryacht, che oggi è leader nel proprio comparto per le lavorazioni di questo materiale nobile ed eterno. Un connubio di competenze e passione unico al mondo dove l’uomo, oltre la tecnologia, è alla ricerca di nuovi limiti e nuove sfide individuali che diventano espressione universale dell’Umanità che raggiunge nuovi traguardi.

La collaborazione con gli artigiani di CNA Biella

L’artista è anche un po’ artigiano. Un artigiano dei sogni, delle idee, delle emozioni… che però ha bisogno di competenze per dare corpo alle proprie intuizioni. È avvenuto questo passaggio con gli artigiani CNA Stefania Nicolo, artigiana del legno di Pollone, Daniele Puozzo, artigiano del ferro di Andorno Micca, ed Ezio Botta, artigiano della pietra di Quaregna: essi hanno dato sostanza e corpo alle intuizioni di Basso, in uno splendido spirito di collaborazione ricco di entusiasmo e professionalità.

Durante la serata ognuno dei 3 artigiani ha raccontato la propria esperienza vissuta nel corso di quest’anno, lavorando alla realizzazione dell’opera: Ezio ha realizzato la sfera in pietra, Daniele il cubo in ferro e Stefania il cono di legno.

Il premio “Bimbo Faber”

Il Presidente Pirali ha infine svelato che, a partire dal 2020, i principi ispiratori, realizzativi e soprattutto il messaggio di Bimbo Faber saranno fondamento di un premio annuale istituito da CNA Biella che verrà assegnato, sempre in quell’ottica di condivisione con la comunità, consolidando così l’impegno dell’Associazione a persone che nell’anno precedente si siano particolarmente distinte in azioni ed opere di particolare rilevanza e interesse per il territorio biellese.

 

La serata si è conclusa con un aperitivo all’esterno, dopo aver finalmente svelato l’opera che aspettava il pubblico nella sala adiacente alla presentazione.

 

Guarda il video dell’inaugurazione

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto

Video e Photo Credits: Nickland Media.