CNA Impresa Donna Biella. Con “LIBERAlaMENTE” comunicazione al femminile per 40 imprenditrici


Secondo di tre incontri per “LIBERAlaMENTE – Donne che fanno, Donne che comunicano!”, format lanciato da CNA Impresa Donna Biella per accendere i riflettori sulla comunicazione al femminile.

Un’occasione per riflettere, con l’aiuto di Alessandra Cosso (esperta di racconti identitari e relazioni narrative, coach, counselor e giornalista professionista), su come lavorano le imprese rosa rispetto a quelle guidate dagli uomini.

Lunedì scorso, 15 aprile, quaranta imprenditrici, diverse delle quali non associate a CNA, si sono date appuntamento nella sede di Biella, in via Repubblica 56, per continuare il discorso iniziato il 5 marzo.

Onori di casa e apertura dei lavori a cura della Direttrice di CNA Biella Valentina Gusella, poi la parola è passata a Carla Fiorio, che ha presentato la relatrice.

Dopo un cappello introduttivo sulla presenza delle donne ai vertici, sulle motivazioni culturali che hanno portato alle differenze di genere ancor oggi esistenti e persistenti, Alessandra Cosso ha coinvolto la platea in un gioco di “autoanalisi” rispetto alla considerazione del sé e in una serie di attività legate alle relazioni narrative.

La serata si è chiusa con le conclusioni e i saluti di Annalisa Zegna, Presidente di CNA Impresa Donna Biella, quindi con un momento di simpatica convivialità nel corso del successivo aperitivo, che ha dato modo alle presenti di confrontarsi e fare rete stringendo nuove collaborazioni.

«Una serata intensa, interessante, della quale siamo molto soddisfatte – afferma Annalisa Zegna -. Alessandra Cosso ha coinvolto un pubblico femminile per noi nuovo che ha dimostrato di essere attento e partecipe. Sono felice di dare appuntamento all’ultimo incontro che verterà sugli stili personali di comunicazione, dal tono della voce all’abbigliamento, ma parleremo anche dei benefici derivanti dalla pianificazione di valide campagne social».

Valentina Gusella sottolinea la valenza di questi incontri, «che hanno messo al centro dell’attenzione l’esigenza delle donne di imparare a considerarsi e valorizzarsi».

Galleria fotografica a cura di Alessandra Eusebio per Aeon

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Articoli simili