Convenzione Consorzio CNA-Biella Accoglie

Una nuova collaborazione tra CNA e il Consorzio Biella Accoglie


Da mercoledì 25 maggio, la CNA di Biella ospita il Consorzio Biella Accoglie nella sua sede di Via Repubblica 56. Questa collaborazione segue di qualche settimana la sinergia realizzata con Confesercenti ed entrambe queste “strette di mano” si sposano con la visione di apertura, collaborazione e servizio al territorio di cui da tempo CNA Biella è promotrice.

In questi ultimi anni Biella Accoglie è stato operativo nel creare e veicolare opportunità in ambito turistico per i suoi associati e per il territorio biellese in generale. Con questa nuova collaborazione CNA desidera supportare e rilanciare le presenti e future attività che il consorzio metterà in essere nel futuro. Biella Accoglie nasce nel settembre 2001 dalla volontà di alcuni albergatori biellesi, con l’intento di promuovere l’accoglienza territoriale. Negli anni ha raccolto sotto di sé differenti realtà imprenditoriali, fino a superare ora le 50 insegne, che vanno dalla ristorazione all’hotellerie, dai servizi di NCC agli operatori turistici, fino alle associazioni culturali e sportive.

Con la creazione del portale “DISCOVER BIELLA”, nata dalla lungimirante idea di Paolo Schellino (ex Presidente), il Consorzio è oggi riconosciuto in modo particolare come “Discover Biella”: un nome molto più smart che ben si addice alla moderna comunicazione attuale e, certamente, adatto a veicolare il concetto del valore della scoperta del territorio biellese da parte del viaggiatore, grazie anche al supporto della geolocalizzazione per la creazione dei propri itinerari biellesi.

Discover Biella è stato, e continuerà ad essere, il riferimento di Regione Piemonte per lo sviluppo di opportunità turistiche territoriali, così come per gli Enti locali, grazie ai quali non sono mancate le occasioni di patrocinio, di promozione e di coinvolgimento dei propri Associati in grandi eventi (vedi Giro d’Italia 2021).

Il futuro vede il Consorzio sempre più attivo nella promozione dei propri Associati e nella veicolazione dei prodotti esperienziali territoriali, sviluppando nuove sinergie, senza trascurare l’aspetto della Formazione per i propri Associati e per coloro che vorranno approfondire il know-how dell’accoglienza turistica strutturata.

L’inserimento del Consorzio all’interno della struttura di CNA di Biella sarà per tutti gli associati l’ulteriore opportunità di creare sinergia e collaborazione con le altre realtà presenti sul territorio al fine di rispondere sempre più in modo unitario ed efficace alla visione di far crescere il flusso turistico nella nostra provincia.

La Presidente del Consorzio Biella Accoglie Paola Gallo non ha dubbi a riguardo: “Questo accordo va sicuramente a rafforzare la sinergia tra due realtà che guardano allo stesso segmento turistico locale con obiettivi comuni: attrarre sempre più viaggiatori che possano vivere il territorio non in modo “mordi e fuggi” ma più accurato. La nostra presenza nei locali di via Repubblica sarà quotidiana, e siamo certi che la collaborazione porterà ad un accrescimento delle competenze dei titolari d’azienda”. Conclude Gallo: “È da chi possiede un’attività che devono partire gli input corretti. Va bene il faire savoir, ma se abbinato ad un incremento del savoir faire anche creando momenti formativi affinché si possa alzare il livello complessivo dell’accoglienza. C’è una cosa che amo ricordare spesso: il valore aggiunto di un territorio non è quello di far sentire il viaggiatore come a casa sua, ma meglio che a casa sua. Questo è il concetto su cui dovremo lavorare”.

A condividere gli stessi obiettivi il Presidente di CNA Biella Gionata Pirali: “CNA Biella ha un Gruppo di imprese e imprenditori che operano nei settori ristorativo e turistico. Noi siamo in linea con i principi del consorzio Biella Accoglie e sono convinto che l’obiettivo di tutti noi sia quello di lavorare in modo sinergico con il territorio, assieme a tutti gli attori che si occupano di turismo, per il bene stesso del Biellese: CNA è presente in questa sfida perché siamo orgogliosi di portare avanti progettualità condivise di territorio: c’è un potenziale da salvare e da sviluppare tutti assieme. Iniziative come questa vanno proprio in questa direzione, ovvero collaborare unitamente a chi si adopera e sta investendo nel territorio”.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Articoli simili