Anche oggi il nostro Presidente Gionata Pirali ci aggiorna sulle attività dell’Associazione e ci parla dell’imminente fase 2.

La voce delle imprese: fase 2, i settori più danneggiati e svantaggiati

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto

Le parole del Presidente

Buongiorno a tutti,

come sapete, dal 4 maggio inizia la cosiddetta fase 2 per tantissime imprese del nostro territorio.

Tantissime non vuol dire la totalità.

Riteniamo che due settori, in particolar modo, non sono stati contemplati da questa tipologia di apertura e ne saranno sicuramente ancora di più danneggiati e svantaggiati.

Mi riferisco a quei servizi della persona e a quelli dell’alimentazione in generale.

Sui primi riteniamo che il Governo debba andare a rivedere i criteri per rivalutare la riapertura perchè riteniamo che, nel nostro piccolo, le parrucchiere, le estetiste, ad esempio, sono già abituate e avvezze ad avere protocolli di sicurezza maggiori rispetto ad altre attività.

Quindi, valutare una riapertura anticipata prima di giugno con un protocollo magari più severo, sia sicuramente propedeutico a far sì che queste attività non chiudano definitivamente. 

Anche nel settore dell’alimentazione ci siamo attivati perché la regola regionale della non possibilità di consentire l’asporto alla ristorazione non capiamo da quale motivo possa essere dettata.

Con forza stiamo chiedendo, al Governo e anche alla Regione, di rivedere queste decisioni affinchè il tessuto imprenditoriale sia più ampiamente rappresentato e riesca ad essere più attivo possibile in questa delicatissima fase.

Per questo cercheremo ancora tutta questa settimana di essere a stretto contatto con le Istituzioni e vi darò aggiornamenti quanto prima.

Per adesso vi saluto e vi auguro buona salute!