Il patto del credito

La voce delle imprese: il patto del credito


Anche questa settimana il nostro Presidente Gionata Pirali ci aggiorna sull’operato della nostra Associazione e in particolare sull’incontro che abbiamo tenuto con i principali istituti di credito del territorio e l’amministrazione comunale.

La voce delle imprese: il patto del credito

Le parole del Presidente

Buongiorno a tutti,

questa settimana vi aggiorno sull’incontro che abbiamo tenuto con i principali istituti di credito locali e l’amministrazione comunale.

Il tema era ovviamente quello delle opzioni di finanziamento dovute dal Decreto Liquidità e ci siamo concentrati principalmente su quella ritenuta più utile alle nostre imprese, ossia quella che porta a un tetto massimo di 25.000 euro e il 25% del fatturato dell’anno precedente.

L’obiettivo era quello di portare a casa un accordo tra le banche del territorio e le imprese del territorio in termini di tempi, modulistica e tassi. Questo è stato ottenuto, una sorta di Patto del Credito, se così si può dire, in cui gli istituti di credito si sono impegnati a essere molto più veloci nell’emanazione e nel rendere disponibili le somme che vengono poi richieste dalle imprese, il tempo previsto dovrebbe essere di 5-7 giorni una volta che la documentazione completa è stata fornita allo stesso istituto. 

Abbiamo portato anche a casa una sorta di tasso che bene o male è generalizzato e va dall’1,20% all’1,30% per la maggior parte degli istituti.

La terza cosa era sinceramente riuscire a ottenere un po’ di discrezionalità dovuta dalle banche un po’ meno stringente nei confronti delle imprese che vogliono accedere a questa tipologia di finanziamento.

Ebbene, si sono sostanzialmente dimostrate tutte ben disposte ad avere incontri personali con le imprese, per far sì che si possa andare a buon fine con questo tipo di richiesta.

Non ho altro da aggiungere, vi lascio per i prossimi aggiornamenti alla prossima settimana, tenendo conto che la CNA è ovviamente disponibile a compilare insieme a voi le domande per l’accesso al credito.

Grazie e buona salute a tutti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Articoli simili