Sabato 12 giugno si è tenuta, presso Palazzo Gromo Losa al Piazzo, l’Assemblea elettiva quadriennale della nostra Associazione.

Ha aperto i lavori il Direttore Luca Guzzo, sottolineando la sua particolare emozione nell’organizzare l’evento e nel riuscire a farlo dal vivo, dopo l’anno difficile trascorso da tutti noi. La prima parte dell’assemblea, in cui si sono rinnovati gli organismi dirigenti, si è svolta in forma privata con i soli soci, mentre la seconda parte in forma pubblica con le istituzioni locali.

Il presidente Gionata Pirali è intervenuto per primo, ricordando che tutto è iniziato il 24 giugno 2017: sono stati anni di formazione e di crescita professionale, caratterizzati da due obiettivi principali. Il primo, mantenere e migliorare il sistema economico di CNA Biella, e il secondo, aumentare la base associativa e la rappresentanza sindacale sul territorio. Obiettivi entrambi raggiunti, nonostante il duro periodo, attraverso la condivisione e l’azione di tutta l’Associazione che il Presidente ha sentitamente ringraziato.

Ha quindi ripercorso gli anni di questo mandato, soffermandosi in particolare sull’organizzazione del cinquantesimo anniversario dell’Associazione, le nozze d’oro con il territorio: 19 eventi che nel 2019 hanno toccato tanti importanti argomenti per le nostre imprese. E un’opera pensata e realizzata apposta per CNA Biella: Bimbo Faber, dell’artista Daniele Basso.

A parlare di quest’opera oggi c’è anche una monografia editata a più mani e donata a tutti i presenti, in memoria di ciò che ha significato e continuerà a simboleggiare per l’Associazione. Il Presidente ha inoltre annunciato che il prossimo anno sarà istituito il premio Bimbo Faber, che oltre a veicolare il messaggio che l’opera porta in sè, segna idealmente un legame tra le vecchie tradizioni e quelle moderne.

A seguire è salito sul palco Daniele Basso, che ha ricordato il senso di quest’opera, un innovativo lavoro tra arte e artigianato che ha riposto l’attenzione sull’uomo: un bimbo che con coraggio fa ogni giorno qualcosa con eccellenza, un bimbo che lascia qualcosa ai posteri, a segnare una cultura famigliare e territoriale, aziendale. Il premio, ha spiegato l’artista, premierà chi nei propri progetti ha realizzato qualcosa per il territorio, come fosse un’eredità per i figli: sarà presentato il 14 ottobre 2021 ed entro il 28 febbraio 2022 avverrà la segnalazione del vincitore, mentre a marzo si terrà la premiazione. Sarà un premio che, ora più che mai, ricollega le persone, in un momento storico in cui siamo stati tanto divisi.

Pirali ha proseguito la narrazione con il 2020, un anno difficile gestito con sensibilità e professionalità da tutto lo staff dell’Associazione, che il presidente ha pubblicamente ringraziato. La pandemia ha avuto però un effetto positivo: unire ancora di più imprenditori e imprenditrici a CNA. Durante quei mesi difficili l’Associazione ha pensato molto al futuro e ai suoi valori, perché dovrà essere profondamente diversa nei prossimi 4 anni. Ha così iniziato, nei mesi più bui, un grande lavoro interno per essere davvero un riferimento per il territorio. E lo ha fatto insieme a un consulente esterno, Rodolfo Cavaliere. Con Cavaliere tutti i dirigenti hanno lavorato alla nuova vision, e lo stesso hanno fatto i gruppi d’interesse con i relativi documenti. Questa nuova vision da domani sarà un faro, una guida da seguire negli anni, un percorso unitario, ove la chiave di volta è rappresentata dalla condivisione.

È dunque salito sul palco Rodolfo Cavaliere, che ha fatto i complimenti a tutti perché poche persone hanno il coraggio di fare ciò che serve per risolvere i problemi, solitamente si guarda solo ciò che non va. Infatti, le organizzazioni sono strutture che tengono a guardare al passato, abituandosi ai problemi, con una sorta di resistenza al cambiamento. Ma ora CNA Biella si è data come obiettivo quello di lanciare il cuore oltre gli ostacoli: perché per cambiare qualcosa si deve costruire un modello nuovo che renda la realtà obsoleta. Solo così i problemi di prima spariranno. E proprio questo è l’atteggiamento che Cavaliere ha messo in pratica nelle riunioni con i gruppi di lavoro, che hanno affrontato varie tematiche in modo cooperativo, confrontandosi e immaginando nuovi modelli d’interpretazione della realtà. Ha poi ringraziato la CNA di avergli dato l’onore di essere con noi per guarire il futuro e costruire la visione che abbiamo, finché sarà realtà.

A questo punto Pirali ha ringraziato i riconfermati Presidenti dei gruppi di interesse per i prossimi 4 anni: Annalisa Zegna, Presidente Gruppo Impresa Donna; Andrea Valentini, Presidente Gruppo Giovani Imprenditori e Vilmer Pozza, Presidente Gruppo Pensionati.

Si è dunque giunti al momento dell’elezione dei nuovi organismi dirigenti. Ecco le proposte di candidature ai vertici dell’Associazione per il quadriennio 2021-2025 formulate all’assemblea dall’attuale presidenza. I presenti hanno votato all’unanimità i candidati alla direzione:

Argentero Cristina

Biasetti Riccardo

Beduglio Giuliano

Botosso Roberto

Buranello Matteo

Mander Samuel

Marcello Davide

Masserano Valentina

Pirali Gionata

Pozza Vilmer

Rodighiero Marco

Valentini Andrea

Zegna Annalisa.

E sempre all’unanimità la Presidenza composta da: Mander Samuel, Pirali Gionata, Valentini Andrea e Zegna Annalisa.

Per il Collegio dei revisori: Daniele Fabio, Puozzo Roberto e Vivi Lino.

Per il Collegio garanti: Cerruti But Gabriele, Monteleone Giuseppe, Zapellone Fulvia.

I Delegati che parteciperanno all’Assemblea CNA Piemonte del 4 luglio 2021: Mander Samuel, Pirali Gionata, Valentini Andrea, Pozza Vilmer.

Infine, come candidato alla Presidenza di CNA Biella: Pirali Gionata, votato dai presenti all’unanimità.

In conclusione dell’assemblea privata è intervenuto Fabrizio Actis, Presidente CNA Piemonte, che ha sottolineato alcuni concetti molto importanti. Un tempo il dialogo tra istituzioni e cittadini doveva essere diretto, ma la pandemia ha cambiato questo pensiero, portando i corpi intermedi a livello di rappresentanza a fare le veci dei cittadini. Ora la CNA e le tante sedi territoriali sono un punto di riferimento per le imprese che devono fronteggiare la pandemia senza sapere come fare. Il Covid ha posto l’esigenza collettiva prima di quella individuale. CNA ora deve dare un sostegno tangibile e reale, al fine di poter affrontare le sfide del futuro, deve essere un modello di rappresentanza e deve cambiare perché si devono dare risposte specialistiche alle imprese. Ha ricordato inoltre che occorre saper trasformare le difficoltà in opportunità, evolvendosi per restare sul mercato. Infine, ha ribadito che il futuro passa dal Recovery Plan e qui CNA gioca una partita importante: si dovrà far sì che i soldi vadano alle piccole e micro imprese (nel solo Piemonte sono previsti 17 miliardi di euro). Gli asset su cui muoversi saranno: sostenibilità, innovazione e sviluppo digitale.

L’Assemblea pubblica è iniziata poco dopo con la partecipazione nelle prime file degli organismi istituzionali, nelle persone di: S.E. Franca Tancredi (Prefetto di Biella), Sig. Claudio Corradino (Sindaco Città di Biella), Dott.ssa Barbara Greggio (Assessore Att. Prod. Città di Biella), Dott. Gianni Triolo (Questore Città di Biella), Dott.ssa Monica Mosca (Vice Presidente Provincia di Biella), Emanuele Scribanti (Vice Presidente Fondazione CRB), Ten. Col. Fabio Longhi (Comandante Carabinieri), Col. Pasquale Marotta (Comandante Guardia di Finanza), Dott.ssa Barbara Varese e Dott. Paolo Zegna.

Pirali ha presentato pubblicamente i nuovi organismi di CNA Biella per il prossimo mandato condividendo la nuova vision e i documenti programmatici della nostra Associazione.

A questo punto ha ringraziato il Sindaco e l’Assessore Barbara Greggio, ricordando che CNA crede nella progettualità dell’amministrazione comunale. Ha invitato sul palco Barbara Varese, imprenditrice milanese titolare de La Bursch, countryhouse e ristorante di Campiglia Cervo, che è intervenuta per raccontare le non poche difficoltà per portare avanti i suoi progetti in territorio biellese, rivolgendosi più volte alle istituzioni pubbliche, da cui non ha ricevuto molto supporto. In chiusura ha invitato tutti a essere uniti, a individuare le criticità, a fare sistema e a porre rimedio, perché insieme sarà un successo.

È giunto poi il momento di Paolo Zegna, Presidente di Fondazione BIellezza, che ha presentato la Fondazione, il suo scopo e i progetti che si stanno portando avanti, con l’obiettivo di migliorare l’accoglienza nel Biellese a tutti i livelli. Ha illustrato i lavori degli ultimi mesi in ambito turistico, i progetti per il futuro e l’attuale campagna pubblicitaria denominata “Naturalmente Biella”.

Pirali ha chiuso i lavori lasciando la parola per i saluti finali al Sindaco, al Prefetto e infine a Delio Zanzottera, Segretario Regionale di CNA Piemonte.

Tutti i presenti hanno concluso l’assemblea con un aperitivo conviviale presso l’Antico Comune al Piazzo.

Articolo di Silvia Cartotto

Photo Credits: Nickland Media