Giovedì 16 maggio

Artigiani e Commercianti – contributi INPS

Termine utile per il versamento da parte di artigiani e commercianti dei contributi previdenziali dovuti sul minimale di reddito, relativi al 1° trimestre 2018 (contributo fisso IVS).

 

Iva – liquidazione periodica e versamento mensile

Scade il termine per l’effettuazione del versamento dell’Iva risultante dalla liquidazione relativa al mese di aprile.

Se l’importo risultante dalla liquidazione periodica NON supera il limite di euro 25,82 è da riportare nella liquidazione periodica successiva.

 

Iva – liquidazione periodica e versamento

Scade il termine per l’effettuazione del versamento dell’Iva risultante dalla liquidazione del primo trimestre 2019, per i soggetti trimestrali, compresi i soggetti di cui all’art. 74 commi 4 e 5 del DPR 633/72. Se l’importo risultante dalla liquidazione periodica NON supera il limite di euro 25,82 è da riportare nella liquidazione periodica successiva.

 

Ritenute alla fonte su redditi di lavoro autonomo

Termine ultimo per il versamento con F24 modalità telematica per i titolari di partita Iva, ovvero al concessionario della riscossione, alla banca, all’ufficio postale o con modalità telematiche, per i non titolari di partita Iva, delle ritenute alla fonte operate nel mese precedente riguardanti redditi di lavoro autonomo.

 

Ritenute alla fonte su provvigioni

Termine ultimo per il versamento con F24 modalità telematica per i titolari di partita Iva, ovvero al concessionario della riscossione, alla banca, all’ufficio postale o con modalità telematiche, per i non titolari di partita Iva, delle ritenute alla fonte operate nel mese precedente riguardanti provvigioni.

 

Datori di lavoro – ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente e assimilati

Termine ultimo per il versamento, mediante modello F24, da parte dei datori di lavoro sostituti di imposta, delle ritenute alla fonte operate su redditi di lavoro dipendente ed assimilati, corrisposti nel mese precedente.

 

Datori di lavoro – Contributi previdenziali e assistenziali INPS

Termine per effettuare il versamento con Modello F24:

– da parte dei datori di lavoro, dei contributi previdenziali ed assistenziali dovuti per retribuzioni di competenza del mese precedente;

– da parte dei committenti e associanti, dei contributi previdenziali dovuti per i compensi corrisposti nel mese precedente a lavoratori a progetto, a collaboratori coordinati e continuativi, a collaboratori occasionali, a lavoratori autonomi occasionali e ad associati in partecipazione d’opera, nonché sulle provvigioni corrisposte agli incaricati alle vendite a domicilio.

 

Iva – versamento terza rata debito derivante da dichiarazione annuale

Scade il termine per effettuare il versamento della terza rata, (su un massimo di nove), del debito Iva risultante dalla dichiarazione annuale relativa all’anno 2018, da parte dei soggetti che hanno scelto il pagamento rateale.

Sulla rata devono essere applicati gli interessi nella misura dello 0,33% mensile a decorrere dal 16 marzo 2019.

 

Lunedì 20 maggio

Agenti e Rappresentati di commercio – contributi ENASARCO

Scade il termine per effettuare il versamento dei contributi di previdenza e assistenza all’ENASARCO, da parte delle ditte preponenti, relativi al 1° trimestre 2019, per gli agenti e rappresentanti di commercio.

 

Lunedì 27 maggio

Elenchi mensili INTRASTAT

Scade il termine per la presentazione in via telematica degli elenchi riepilogativi delle cessioni intracomunitarie di beni – prestazioni di servizi resi, e degli acquisti intracomunitari di beni e servizi relativi al mese precedente.

 

Giovedì 30 maggio

Bando ISI INAIL 2019: chiusura sportello per inserimento domande.

Dal 11/04/2019 al fino alle ore 18 del 30/05/2019 sarà possibile inserire on-line i progetti, per verificare il raggiungimento del punteggio-soglia.

 

Venerdì 31 maggio

IVA – Comunicazione liquidazioni periodiche IVA

Scade il termine per la trasmissione delle Comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA relative al primo trimestre 2019 (1 gennaio 2019 – 31 marzo 2019).

 

Definizione controversie fiscali pendenti

Scade la presentazione della domanda di definizione delle controversie pendenti deve essere presentata. Per ogni atto impugnato deve essere presentata una distinta domanda.

La definizione si perfeziona con il pagamento entro il 31 maggio 2019 degli importi dovuti o della prima rata, con un massimo di venti rate trimestrali. La rateazione è permessa solamente per importi superiori a mille euro.

 

Definizione agevolata dei processi verbali di constatazione

Scade il termine per definire i processi verbali di constatazione in materia di imposte sui redditi e relative addizionali, contributi previdenziali e ritenute, imposte sostitutive, imposta regionale sulle attività produttive, imposta sul valore degli immobili all’estero, imposta sul valore delle attività finanziarie all’estero e imposta sul valore aggiunto.

La definizione si perfeziona con la presentazione di una dichiarazione “correttiva nei termini” e con il pagamento della prima o unica rata. I versamenti possono essere rateizzati fino ad un massimo di 20 rate trimestrali.