Home/News/Contributi per l’attivazione di Percorsi di alternanza scuola-lavoro

Contributi per l’attivazione di Percorsi di alternanza scuola-lavoro

By |5 luglio 2018|News|

La Camera di Commercio di Biella e Vercelli ha pubblicato il bando relativo all’alternanza scuola-lavoro. Ecco qui di seguito tutto quello che è utile sapere.

  1. FINALITÁ

La Camera di Commercio di Biella e Vercelli, alla luce dell’l’istituzione del Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro di cui alla Legge n. 107/2015 art.1 comma 41 e considerate le nuove competenze che la legge di riforma del Sistema camerale (Decreto legislativo 219 del 25 novembre 2016) ha attribuito agli enti camerali in materia di orientamento al lavoro e alle professioni e di facilitazione dell’incontro domanda-offerta di formazione e lavoro, intende promuovere l’iscrizione delle imprese nel Registro in parola e incentivare l’inserimento di giovani studenti in percorsi di alternanza scuola-lavoro.

La Camera di Commercio intende assumere un ruolo attivo nella promozione delle attività di alternanza scuola-lavoro, avvicinando le imprese ai percorsi scolastici di alternanza, contribuendo allo sviluppo del sistema economico locale.

 

  1. DOTAZIONE FINANZIARIA E REGIME DI AIUTO

La dotazione finanziaria messa a disposizione dall’ente camerale per il presente bando è pari a € 60.000,00-. La Camera di Commercio si riserva di integrare tale dotazione finanziaria tramite apposita deliberazione, nel caso di esaurimento delle risorse prima della chiusura dei termini e qualora si rendessero disponibili ulteriori risorse.

L’agevolazione oggetto del presente Regolamento non costituisce un Aiuto di Stato poiché, nel caso di specie, le imprese interessate svolgono un ruolo sociale a favore degli studenti aderendo volontariamente alla possibilità di ospitarli e ricevono fondi pubblici non direttamente per le proprie attività economiche, ma per favorire il raccordo tra scuola e mondo del lavoro senza ottenere alcun vantaggio concorrenziale in quanto il contributo costituisce un risarcimento dei costi sostenuti per assistere lo studente nell’ambito di un rapporto di tipo didattico.

 

  1. SOGGETTI BENEFICIARI E REQUISITI

Possono presentare domanda per ottenere i contributi previsti dal presente bando le micro, piccole

e medie imprese (MPMI), così come definite dall’allegato I al Reg.Ue n. 651/2014, che, dal momento della presentazione della domanda e fino alla liquidazione del contributo, rispondano ai seguenti requisiti:

  1. abbiano la sede legale e/o un’unità operativa nella provincia di Biella o Vercelli;
  2. siano regolarmente iscritte al Registro delle imprese della Camera di Commercio di Biella e Vercelli, attive ed in regola con il pagamento del diritto annuale;
  3. non si trovino in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente e nei cui riguardi non sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
  4. siano iscritte nel Registro nazionale alternanza scuola-lavoro:

http://scuolalavoro.registroimprese.it o provvedano a richiedere l’iscrizione d’ufficio tramite la compilazione del modulo allegato alla domanda di contributo relativa al presente bando;

  1. abbiano regolarmente assolto gli obblighi contributivi previdenziali e assistenziali (DURC regolare);
  2. non abbiano già beneficiato di altri aiuti pubblici a valere sui medesimi interventi agevolati;
  3. non abbiano in corso, alla data di presentazione della domanda di contributo, contratti di fornitura di beni-servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di Commercio di Biella e Vercelli, ai sensi della legge 7.8.2012 nr. 135 di conversione con modificazioni del D.L. 95/2012.

 

  1. TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono ammessi alle agevolazioni del presente bando le attività previste dalle singole convenzioni stipulate fra impresa e struttura formativa per la realizzazione di percorsi di alternanza scuolalavoro

intrapresi da studenti della scuola secondaria di secondo grado e dei centri di formazione professionale (CFP), sulla base di convenzioni stipulate tra istituto scolastico/CFP e soggetto ospitante, presso la sede legale e/o operativa dell’impresa sita in provincia di Biella o Vercelli.

I percorsi devono essere stati realizzati a partire dal 01.01.2018 e fino al 31.12.2018, intrapresi da

studenti della scuola secondaria di secondo grado e dei centri di formazione professionale (CFP),

sulla base di convenzioni stipulate tra istituto scolastico/CFP e soggetto ospitante.

Saranno altresì ammessi i percorsi iniziati a partire dall’avvio dell’Anno Scolastico 2017/2018 e conclusi nell’anno solare 2018 e comunque entro il 31/12/2018 Non sono ammesse tipologie di percorsi diverse dall’alternanza (es. apprendistato, tirocini di formazione e orientamento svolti in convenzione con un ITS, ecc.). Il percorso formativo deve avere una durata minima di 40 ore. Per lo stesso studente, anche se è presente più di un progetto formativo durante l’anno, è possibile richiedere un solo contributo. All’atto della presentazione della domanda il percorso di alternanza deve essere concluso. Il contributo sarà erogato solo a fronte di percorsi effettivamente svolti presso l’impresa richiedente (sede o unità locale) in provincia di Biella o Vercelli, documentata secondo quanto previsto al punto 6 del presente bando.

I tutor aziendali possono essere stati designati dalle imprese anche tra soggetti esterni alle stesse e devono essere in possesso di esperienza e di competenze professionali adeguate ai fini del raggiungimento degli obiettivi indicati nei progetti formativi individuali oggetto dei percorsi di alternanza scuola-lavoro.

 

  1. ENTITÁ DEL CONTRIBUTO

L’agevolazione disciplinata dal presente bando prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto a favore dell’impresa ospitante, come di seguito quantificato:

– € 400,00 per ciascuno studente ospitato in alternanza scuola-lavoro;

– ulteriori € 200,00 per ciascuno studente diversamente abile certificato ai sensi della legge 104/92 ospitato in alternanza scuola-lavoro con requisito specificato in convenzione;

– limite di € 1.600,00 per singola impresa richiedente.

I contributi verranno erogati al netto della ritenuta d’acconto del 4% secondo quanto previsto dall’art. 28 del D.P.R. 600/1973.

Ogni impresa può presentare una sola domanda a valere sul presente bando: in caso di presentazione di più domande verrà valutata solo quella pervenuta cronologicamente per prima e

rigettate le successive.

 

  1. MODALITÁ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO

Le domande di contributo possono essere presentate a partire dal 02/07/2018 e sino al 31/12/2018 salvo chiusura anticipata del bando per esaurimento dei fondi disponibili e a fronte di percorsi di alternanza scuola-lavoro svolti nel periodo indicato al precedente art. 4.

 

La comunicazione relativa all’eventuale esaurimento dei fondi verrà pubblicata sul sito Internet della Camera di commercio di Biella e Vercelli www.bv.camcom.gov.it.

Le domande di contributo, redatte utilizzando la modulistica pubblicata sul sito www.bv.camcom.gov.it, dovranno essere inviate via posta elettronica certificata – PEC all’indirizzo

promozione@bv.legalmail.camcom.it, inserendo nell’oggetto la dicitura “Nome impresa – BANDO

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO – Anno 2018”.

Alla PEC di invio della domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione:

– domanda di contributo sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa;

– fotocopia di un documento di identità, in corso di validità, del titolare/legale rappresentante firmatario della domanda di contributo, nel caso di apposizione di firma autografa sul modulo di richiesta;

– copia della/e convenzione/i stipulata/e tra l’Istituto scolastico e l’impresa ospitante;

– copia del progetto/i formativo/i individuale/i;

– copia del/i registro/i delle presenze;

– eventuale richiesta di iscrizione d’ufficio nel Registro nazionale alternanza scuola-lavoro http://scuolalavoro.registroimprese.it, qualora l’impresa non sia già iscritta.

 

  1. PROCEDURA DI VALUTAZIONE E DI AMMISSIONE AL CONTRIBUTO

Le domande di contributo saranno accettate in ordine cronologico di arrivo, determinato dalla data

e ora di ricevimento della PEC di richiesta del contributo, secondo quanto indicato al punto 6 del presente bando, e fino a totale esaurimento della dotazione finanziaria.

Durante l’attività istruttoria si procederà alla verifica dell’ammissibilità della documentazione e della

sussistenza dei requisiti previsti dal bando.

La mancata presentazione della documentazione richiesta comporta l’inammissibilità della domanda.

Nel corso dell’istruttoria la Camera di Commercio di Biella e Vercelli potrà richiedere via PEC integrazioni documentali, nonché precisazioni e chiarimenti inerenti la documentazione prodotta.

Tale documentazione dovrà essere inviata entro il termine perentorio di 15 giorni dalla data di richiesta.

Le aziende che si trovano in posizione irregolare rispetto al pagamento del Diritto Annuale camerale verranno invitate a regolarizzarsi entro lo stesso termine di 15 giorni.

Il procedimento istruttorio delle domande di contributo si concluderà con l’approvazione, con determinazione dirigenziale, degli elenchi delle domande ammesse alla liquidazione del contributo, degli elenchi delle domande ammesse ma non finanziate e degli elenchi delle domande non ammesse per carenza dei requisiti formali.

Il termine di conclusione del procedimento amministrativo di liquidazione del contributo richiesto è

fissato in 6 mesi decorrenti dalla data del 31/12/2018 (chiusura del bando).

Le imprese formalmente ammissibili ma non finanziabili per esaurimento delle risorse, potranno essere riammesse, in caso di accertata disponibilità economica da parte della Camera di commercio a seguito di rinunce, residui o aumento della dotazione finanziaria.

Gli esiti del procedimento istruttorio saranno pubblicati sul sito camerale www.bv.camcom.gov.it.

 

  1. OBBLIGHI DEI SOGGETTI BENEFICIARI

I soggetti beneficiari sono obbligati, pena la decadenza del contributo, a:

  1. ottemperare alle prescrizioni contenute nel bando e negli atti a questo conseguenti;
  2. segnalare eventuali variazioni rispetto a quanto indicato in domanda;
  3. fornire, nei tempi e nei modi previsti dal bando e dagli atti a questo conseguenti, la

documentazione e le informazioni che saranno eventualmente richieste;

 

  1. conservare, per un periodo di 5 (cinque) anni a decorrere dalla data di erogazione del

contributo, la documentazione tecnica, amministrativa e contabile relativa all’intervento

agevolato.

 

  1. DECADENZE E RINUNCE

Il contributo concesso in attuazione del presente bando viene dichiarato decaduto qualora:

  1. sia riscontrata la mancanza o il venir meno dei requisiti di ammissibilità sulla base dei quali è stata approvata la domanda di contributo;
  2. sia accertato il rilascio di dichiarazioni e informazioni non veritiere, sia relativamente al possesso dei requisiti previsti dal bando sia per quanto attiene alla realizzazione degli interventi;
  3. il beneficiario rinunci al contributo.

In caso di decadenza del contributo già erogato, il soggetto beneficiario dovrà restituire, entro 30 (trenta) giorni dalla notifica del provvedimento di revoca, la quota di contributo percepita, aumentata degli interessi legali calcolati a decorrere dalla data di erogazione e sino alla data di assunzione del provvedimento di decadenza.

I soggetti beneficiari, qualora intendano rinunciare al contributo, devono inviare apposita comunicazione all’indirizzo PEC promozione@bv.legalmail.camcom.it indicando nell’oggetto della mail la seguente dicitura: “Nome Azienda – Rinuncia contributo BANDO ALTERNANZA SCUOLALAVORO”.

 

  1. CONTROLLI

La Camera di Commercio di Biella e Vercelli potrà disporre in qualsiasi momento ispezioni e controlli presso la sede dei beneficiari, allo scopo di verificare le informazioni prodotte ai fini della conferma o revoca del contributo per le imprese beneficiarie. A tal fine l’impresa beneficiaria si impegna a tenere a disposizione, per un periodo non inferiore a cinque anni dalla data del provvedimento di assegnazione, tutta la documentazione contabile, tecnica e amministrativa in originale, relativa all’intervento agevolato.

Qualora dai controlli effettuati emergano irregolarità non sanabili, l’impresa è tenuta a restituire il contributo ricevuto aumentato degli interessi legali. Si ricorda inoltre che le dichiarazioni mendaci, le falsità negli atti e l’uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi vigenti in

materia. Qualsiasi modifica dei dati indicati nella domanda presentata dovrà essere tempestivamente comunicata all’indirizzo PEC promozione@bv.legalmail.camcom.it

 

  1. TRATTAMENTO DEI DATI E RESPONSABILITÁ DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO

Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del

27.04.2016 (Regolamento generale sulla protezione dei dati – RGPD), si informa che il Titolare del trattamento dei dati personali è la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Biella e Vercelli, con sede in Piazza Risorgimento, 12 – 13100 Vercelli; email: cciaa@bv.legalmail.camcom.it, tel. 0161/5981 (centralino).

Il Responsabile della protezione dei dati (RPD) è l’Avv. Vittoria Morabito, presso Unioncamere Piemonte, via Cavour n. 17 – 10123 Torino; email: rpd2@pie.camcom.it PEC: segreteriaunioncamerepiemonte@legalmail.it; tel. 011.5669255.

La Camera di Commercio di Biella e Vercelli tratta i dati personali conferiti, con modalità prevalentemente informatiche e telematiche, per le finalità previste dal Regolamento (UE) 2016/679 (RGPD), in particolare per l’esecuzione dei propri compiti di interesse pubblico, ivi incluse le finalità di archiviazione, di ricerca storica e di analisi per scopi statistici.

Nello specifico, i dati personali conferiti attraverso la compilazione della modulistica inerente il presente Bando sono quelli minimi necessari alla definizione del procedimento amministrativo avviato con la presentazione del modulo di domanda e verranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori della Camera di Commercio di Biella e Vercelli, a ciò preposti e istruiti, e dai soggetti, persone fisiche o giuridiche, espressamente nominati come responsabili del trattamento.

I dati personali potranno essere comunicati agli enti competenti per gli accertamenti d’ufficio ovvero per il controllo delle dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorietà ex DPR 445/2000; potranno essere inoltre comunicati e/o pubblicati in tutti i casi previsti dalla normativa vigente, in particolare in materia di procedimento amministrativo (Legge 241/1990), trasparenza (D.Lgs. 33/2013), anticorruzione (Legge 190/2012) e antiriciclaggio (D.Lgs. 231/2007).

Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria ai fini dell’accesso ai contributi del presente Bando; il mancato conferimento preclude la partecipazione allo stesso. I dati saranno conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.

Gli interessati hanno il diritto di chiedere al titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al

trattamento (art. 15 e seguenti del RGPD), rivolgendosi al Responsabile della protezione dei dati personali (RPD) sopra indicato. Possono altresì proporre reclamo all’autorità di controllo (Garante

Privacy).

Ai sensi della legge 07.08.1990, n. 241 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e

di diritto d’accesso ai documenti amministrativi”, il responsabile del procedimento è la Dott.ssa Maria Paola Cometti – Responsabile Servizio Promozione Economica – Mediazione – Sviluppo Nuovi Servizi.

 

  1. TRASPARENZA

In ottemperanza agli artt. 26 e 27 del D.Lgs. 33/2013 sono pubblicati sul sito internet dell’Ente camerale nella sezione Amministrazione Trasparente i dati relativi alla concessione delle sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese.

 

  1. INFORMAZIONI, CONTATTI E COMUNICAZIONI

Copia integrale del bando e della relativa modulistica è pubblicata sul sito www.bv.camcom.gov.it.

Nella domanda di contributo dovrà essere indicato un indirizzo PEC presso il quale l’impresa elegge

domicilio ai fini della procedura relativa alla domanda di contributo.

Al riguardo si precisa che le imprese:

– per le richieste di informazioni possono contattare il Settore Promozione promozione@bv.camcom.it – tel. 015/3599350-371 – 0161/598303-242;

– per le comunicazioni ufficiali devono scrivere a: promozione@bv.legalmail.camcom.it;

– riceveranno tutte le comunicazioni ufficiali relative al bando all’indirizzo di posta certificata (PEC) specificato nella domanda.