Premio Bimbo Faber. Antonio Marco Camurati con i suoi 21 anni è il più giovane dei giurati


Con la chiusura a fine aprile dei termini per la presentazione delle candidature, è iniziato il delicato lavoro della Giuria del Premio Bimbo Faber. Giunto alla sua terza edizione, il Premio messo in palio da CNA Biella ha lo scopo di evidenziare e valorizzare il lavoro di persone che sul territorio, a partire dalle loro competenze e progettualità, nel corso dell’anno precedente, hanno fatto del Biellese un posto migliore.

Il più giovane dei giurati è Antonio Marco Camurati, Presidente dell’Associazione BIyoung, sodalizio nato nel 2014 con l’intento di valorizzare, dal punto di vista dei più giovani, la città e la provincia di Biella. Un’Associazione non-profit formata da studenti liceali e universitari uniti dalla voglia di impegnarsi nella promozione culturale, sociale e artistica del territorio.

A soli 21 anni, studente di Management alla Escp Business School di Torino, Camurati ha le idee molto chiare sul suo ruolo, in termini di responsabilità, all’interno della Giuria del Premio Bimbo Faber.

«Sono veramente molto orgoglioso dell’opportunità che mi è stata concessa – afferma -, perché stiamo parlando di un Premio molto importante per il territorio e per la comunità biellese. Sono il giurato più giovane e non nascondo di sentire sulle mia spalle una certa responsabilità, quella di fare la scelta giusta tra le diverse candidature arrivate quest’anno. Credo fermamente che uno dei compiti di questo Premio, oltre a valorizzare quanto già fatto, sia anche quello di ispirare altre persone e altri progetti a creare valore per il nostro territorio. Nel Biellese ci sono tanti ragazzi di talento, tanti giovani che hanno voglia di studiare, determinati e intraprendenti, sicuramente in grado di mettere a fattore comune le loro capacità per il bene della nostra comunità. Per tutti loro “Bimbo Faber” e le sue storie, quelle dei vincitori soprattutto, non possono che essere uno stimolo a diventare i protagonisti del Premio di domani».

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Articoli simili