Premio Bimbo Faber. Dalla riunione degli Ambasciatori fumata bianca per il primo membro di Giuria, unanimità per Silvano Esposito


La Sala Consiglio della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella ha fatto da cornice alla prima riunione del 2024 degli Ambasciatori del Premio Bimbo Faber. Lunedì scorso 12 febbraio, la Direttrice di CNA Biella Valentina Gusella e il Presidente di CNA Biella Gionata Pirali hanno incontrato ben 15 dei 18 Ambassador per fare il punto della situazione rispetto alla terza edizione del Premio.

Il briefing si è aperto con l’esplicazione del bando e dei suoi termini. Il bando di partecipazione all’edizione 2023/24 è già aperto da qualche tempo e si chiuderà ufficialmente il 30 aprile prossimo.

A seguire, la definizione dei membri che andranno a comporre la Giuria, ma su questo il primo incontro è stato solo interlocutorio, “esplorativo”, per così dire, dal momento che la discussione è ancora aperta e in divenire.

Uno dei nodi da sciogliere è quello legato alla nomina del giurato proveniente dalla società civile, ovvero quello esterno all’Associazione e al Premio in quanto tale.

Tra gli Ambasciatori, Silvano Esposito, ex direttore del bisettimanale “Il Biellese”, è stato nominato all’unanimità come Ambasciatore-membro di Giuria. Ogni anno, a rotazione, ne viene eletto uno: lo scorso anno la scelta era caduta su Luisa Bocchietto.

Si è esplorata l’idea di dare un seguito al Premio coinvolgendo i finalisti di ogni edizione nella progettualità legata allo sviluppo del territorio. «Abbiamo sempre sostenuto – ricorda Valentina Gusella – che il Premio Bimbo Faber non vuole assolutamente essere fine a se stesso, ma si vuole creare una rete con il coinvolgimento degli Ambassador da un lato, e dei finalisti delle diverse edizioni dall’altro. Il tutto nell’ottica di propiziare in qualche modo lo sviluppo di idee e progetti per il bene del nostro Biellese».

Altro argomento in discussione nel corso dell’incontro, la data di consegna del Premio Bimbo Faber, che non è ancora stata calendarizzata, ma che andrà a cadere tra la fine di giungo e l’inizio di luglio. Nota al contrario, è la sede della premiazione, che sarà ancora una volta Palazzo Gromo Losa, al Piazzo.

In chiusura è stato analizzato il report sulla comunicazione del Premio all’esterno, a partire dallo scorso anno fino ad oggi. «Sono molto soddisfatta di quanto emerso dall’analisi del report, perché oltre ai riscontri diretti, ci ha permesso di avere una restituzione sul “percepito” della nostra iniziativa, che evidenzia come popolarità e apprezzamento del Premio siano in costante crescita», conclude la Direttrice di CNA Biella.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Articoli simili