Home/News/Riciclo e rivoluzione circolare: da rifiuti a risorse

Riciclo e rivoluzione circolare: da rifiuti a risorse

By |24 Novembre 2016|News|

Riciclo dei materiali di scarto, una nuova opportunità di lavoro e di sviluppo locale. Questo il tema al centro del convegno dal titolo “Rivoluzione circolare, da rifiuti a risorse”, che si svolgerà presso l’Auditorium di Città Studi di Biella venerdì 2 dicembre 2016 con inizio alle ore 8.30 (puoi scaricare il programma qui).

Gli organizzatori spiegano: «L’evento nasce dalla volontà, condivisa da Co.S.R.A.B. e dalle altre società partecipate pubbliche locali Cordar s.p.a., Ener.bit s.r.l. e S.E.A.B. s.p.a. di dedicare una giornata di approfondimento al tema della tutela ambientale, della salvaguardia del territorio biellese e dell’illustrazione delle attività in corso».

Gli argomenti oggetto del convegno saranno la disamina delle novità previste dalla normativa europea e regionale in materia di rifiuti e l’approfondimento dei principi informatori del modello industriale che si sta diffondendo in ambito internazionale ed europeo, definito con l’espressione di “economia circolare”. A questo link, puoi leggere le cinque proposte elaborate dalla CNA in merito a questa importante innovazione economica e produttiva.

Quali sono i principali obiettivi che si pone questo modello circolare di produzione e di sviluppo? I maggiori obiettivi sono: la massima riduzione dell’uso delle risorse non rinnovabili, la massimizzazione dell’efficienza dello sfruttamento delle materie prime e il riutilizzo e riciclo di materia.

Da Co.S.R.A.B. sottolineano: «siamo convinti che dall’attuazione di una vera e propria “rivoluzione circolare” possano derivare non solo una tutela dell’ambiente e di conseguenza della salute dei cittadini, ma anche occasioni di sviluppo e di creazione di nuova occupazione, obiettivi tanto necessari quanto auspicati in un’economia locale ed in un mondo del lavoro ormai in persistente sofferenza».

Tra gli altri relatori, parteciperanno anche l’europarlamentare Simona Bonafè e l’assessore regionale all’ambiente Alberto Valmaggia.

Scarica il programma in pdf qui.