Scopriamo i nostri associati: Scatolificio Stella, da tre generazioni con la “politica dei piccoli passi”


Prosegue il nostro viaggio tra gli associati di CNA Biella. Questa volta è il turno dello Scatolificio Stella, azienda nata nell’ormai lontano 1969, con sede nel Comune di Valdilana in frazione Premarcia. «Siamo partiti da un salone di 180mq e poi, ben 44 anni fa, ci siamo trasferiti qui in Frazione Premarcia, per arrivare ai 3000mq di oggi», ricorda la mamma dell’attuale titolare, Marco Contardo.

Un’azienda a conduzione familiare, alla terza generazione, che negli anni ha saputo affrontare e superare tante difficoltà per attraversare indenne la grave crisi del comparto tessile nel Biellese (e non solo), che resta comunque, ancora oggi, il cliente di riferimento.

Lo Scatolificio Stella, fin dagli albori, ha tenuto fede, senza mai tradirla, alla politica dei piccoli passi. L’azienda è cresciuta molto, nel tempo, ma sempre per gradi, «non abbiamo mai voluto fare salti nel vuoto, abbiamo sempre preferito una seria programmazione per non fare il passo più lungo della gamba», conferma il titolare.

Quella programmazione che, però, da un po’ di tempo a questa parte diventa sempre più complicata a causa della costante difficoltà di reperire nuovo personale in grado di affiancare quello già impiegato in azienda.

Da sempre “settato” sul tema della sostenibilità, lo Scatolificio Stella utilizza all’80% cartone che arriva dalla filiera del riciclo. Leggermente diverso il discorso per quanto riguarda il cartoncino più leggero, che comunque è composto anch’esso di materiale riciclato, pur se in percentuali minori.

La produzione riguarda prevalentemente tubi (intorno ai quali vengono avvolti i tessuti) e scatole, anche se il core business è rappresentato dai primi, che una volta prodotti possono essere personalizzati, come del resto le scatole. La clientela non è solo locale, perché lo Scatolificio Stella sconfina in Valsesia, quindi nel Vercellese, ma annovera diversi clienti in tutto il Nord Italia.

Non manca un occhio di riguardo al sociale. «Fin da quando ci siamo trasferiti qui in Frazione Premarcia cerchiamo di dare una mano all’associazionismo locale. Non parliamo di grandi cifre, ma non facciamo mancare il nostro piccolo contributo», conferma Marco Contardo.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Articoli simili