Home/Storie di Artigiani/Storie di Artigiani: la storia di Stefania Nicolo

Storie di Artigiani: la storia di Stefania Nicolo

Mi avvicino a questa casetta immersa nella natura che circonda Biella, ai piedi del Monte Mucrone, e mi accoglie una ragazza che sembra uscita da una fiaba. Lunghi capelli neri, il viso luminoso e sorridente, un bel grembiule marrone da lavoro, proprio di chi crea qualcosa sporcandosi le mani.

Eccola, Stefania Nicolo, scultrice del legno. Non ha ancora 30 anni ma, quando ci sediamo nel suo laboratorio tra scalpelli e mazzuoli davanti al suo banco da lavoro, capisco subito che mi sta per raccontare una storia ricca di avvenimenti, traguardi e sogni per il futuro.

Lo studio, la passione, il lavoro

Stefania ama disegnare e creare già fin dalla tenera età. Si diploma al Liceo Artistico e poi studia pittura per tre anni all’Accademia di Brera di Milano. Nel frattempo impara l’arte della scultura del legno grazie a suo padre, che di mestiere è scultore e ha il laboratorio proprio sotto casa, dove Stefania lo guarda lavorare e inizia a cimentarsi nelle prime sculture.

Sceglie questo materiale perché è caldo, vivo ed immutabile: certo, può cambiare colore, ma è eterno. E ci tiene a dirmi che lei e suo padre acquistano solo legno proveniente da piante locali come tiglio, acero, betulla e noce nostrano.

Stefania si appassiona sempre di più e inizia così a realizzare le sue prime opere, le Margarine: figure femminili che vivono in un contesto bucolico, legato ai lavori della terra.

Quindi arriva il tempo dei concorsi di scultura: partecipa e in molti di questi arriva con grande emozione sul podio, sia in Italia che all’estero. A Stefania piace il mondo dei concorsi perché le permette di vedere come tutti interpretano e affrontano lo stesso tema in modo completamente diverso: è l’occasione per uscire dal laboratorio e incontrare altri punti di vista, diversi dal suo.

Può anche constatare che quello che ha scelto è a tutti gli effetti un lavoro ancora oggi svolto più da uomini che da donne, anche se non serve affatto una particolare forza nelle braccia: Stefania è convinta che sia più un lavoro di testa. E ci tiene a sottolineare che non dovrebbe esserci discriminazione verso le donne scultrici: spesso si pensa che non siano in grado di svolgere questo mestiere, ma non è affatto così e lei ne è la prova vivente.

Passano gli anni, Stefania ora unisce le tecniche della scultura con quelle della pittura, che aveva studiato tempo addietro a Brera: le sue opere, infatti, hanno la particolarità di essere sì in legno ma anche dipinte, come se fossero un quadro tridimensionale. I volti delle persone vengono lasciati del colore del legno perché il legno con le sue sfumature si avvicina già al calore della pelle e al calore umano, mentre gli altri particolari vengono dipinti.

La scultrice di fiabe

Da quando ha aperto la partita Iva ad aprile 2018, Stefania è finalmente una scultrice a tutti gli effetti, e la gente inizia ad apprezzarla e a conoscerla chiamandola “la scultrice di fiabe”, proprio per il suo amore per il sogno, l’arte, la magia, la poesia. Le sue figure preferite sono ragazze, donne, personaggi sognanti proprio come le bambole, che lei dipinge donando loro un’energia in più grazie al colore e alla pittura, che le fa quasi prendere vita.

Stefania mi racconta anche del suo incontro con CNA: per puro caso, tramite conoscenti durante un evento, conosce Elena e Simona, che le spiegano nei dettagli quello che deve fare per diventare un’impresa individuale aprendo partita Iva. Un incontro che poi l’ha portata a far parte anche di due gruppi all’interno della nostra Associazione: Impresa Donna e i Giovani Imprenditori.

Oggi Stefania realizza tantissime opere diverse: dalla scultura tradizionale con le creazioni più artistiche agli oggetti artigianali come ad esempio quadri, decori natalizi, bambole e fioriere che si possono trovare nel suo piccolo atelier espositivo che ha accanto al laboratorio, dove tiene anche piccoli corsi individuali.

A proposito dei corsi

Stefania non si limita a realizzare opere su commissione e a partecipare ai tanti mercatini artigianali in tutto il Piemonte, ma tiene anche dei corsi di formazione per chi desidera imparare l’arte della scultura partendo da zero.

Tramite il Comune e la Pro Loco di Valdengo, infatti, che da ottobre fino a Natale organizzano dieci lezioni serali da due ore ciascuna, Stefania insieme a suo padre ha la possibilità di insegnare a ragazzi e adulti quali strumenti e quali tecniche usare per lavorare i diversi tipi di legno, in particolare l’intaglio. Inoltre, tiene anche dei corsi didattici per i bambini delle scuole elementari, intagliando il sapone.

E il futuro?

Mentre continua a scolpire un’opera meravigliosa che ricorda la fiaba di Alice nel Paese delle Meraviglie, Stefania mi svela i suoi sogni per il futuro.

Le piacerebbe molto sviluppare meglio il discorso della didattica: il suo obiettivo è quello di trasmettere alle persone il valore della manualità, importantissima per lei. La manualità, mi dice, ci porta ad essere persone più semplici, alla mano, più libere e creative, meno inibite dagli schemi sociali, espressive proprio come i bambini. La scultura, sostiene Stefania, aiuta a far crescere la parte che abbiamo perso della nostra infanzia.

Un altro dei suoi progetti è quello di farsi conoscere anche fuori dal Biellese, anche se già lo sta facendo attraverso i concorsi; vuole però portare anche i suoi prodotti e il suo artigianato fuori regione, lavorando solo di questo.

Un consiglio per i giovani che vogliono mettersi in proprio

Stefania ai giovani d’oggi suggerisce di studiare ciò che si ama per realizzare il proprio sogno e vivere la vita che si desidera. Se abbiamo qualcosa da dire e da raccontare, allora c’è speranza: il segreto è differenziarsi dagli altri. Lei sa qual è il suo valore aggiunto: creare oggetti originali, pezzi unici. In questo modo non ha concorrenza. L’unicità è per lei la via che chi vuole mettersi in proprio dovrebbe perseguire.

Contatti

Stefania Nicolo – Le Bois di Ste

Email: stevash@hotmail.it

Tel: 3463234755

Sito web: https://stefanianicolo.com/

Facebook: https://www.facebook.com/nicolo.stefania

Instagram: https://www.instagram.com/le_bois_di_ste