Cerchiamo di fare chiarezza sulle comunicazioni che stanno pervenendo da molteplici canali informativi circa la fine imminente del supporto a Windows 7.

Ogni prodotto Microsoft ha un proprio ciclo di vita e un termine supporto prodotto che viene dichiarato da Microsoft al momento dell’immissione sul mercato del prodotto stesso.

La fine del supporto definitiva è chiamata EOL (End of Life) e determina il graduale abbandono da parte di tutti gli sviluppatori di software (gestionali, antivirus, applicativi) della piattaforma andata in EOL.

Il 14 Gennaio 2020 Windows 7 SP1 è entrato ufficialmente in EOL come comunicato già da tempo da Microsoft sui propri canali (per maggiori informazioni clicca qui).

Contemporaneamente Microsoft ha annunciato la graduale sospensione del supporto per Office 365 nei confronti dei computer con Windows 7 SP1 e anche nei confronti delle versioni Office 2010 (mentre le versioni antecedenti alla 2010 risultano addirittura incompatibili con Windows 10). Anche qui ti rimandiamo al link ufficiale per maggiori informazioni.

Windows 7: che cosa accadrà sicuramente

La cosa certa è che i sistemi diventeranno vulnerabili a eventuali attacchi su minacce scoperte (mancando il supporto che ha proprio il compito di limitare le possibili vulnerabilità dei sistemi) e la graduale incompatibilità con software e hardware (gestionali, stampanti, scanner ecc).

E che cosa potrebbe accadere

La quasi immediata segnalazione di anomalie di funzionamento di varie applicazioni (Office 365, Office 2016, sistemi gestionali e di servizi di sicurezza) che, a fronte dell’EOL di Windows 7 SP1, potrebbero decidere di non rilasciare sviluppi applicativi retro-compatibili.

Che cosa bisogna fare?

  1. Nessuna fretta, ma la questione deve essere affrontata.
  2. Scegliere con quale via arrivare ad avere Windows 10 installato sui propri PC entro il mese di Ottobre 2020.
  3. Le vie per avere Windows 10 possono essere: acquisto PC nuovo, installazione di Windows 10 se compreso nelle proprie licenze oppure UPGRADE Hardware e di Windows 10 per allungare con la minor spesa possibile la vita del PC.

Che cosa propone CNA Biella

Consigliamo a tutti di valutare, con il supporto della nostra azienda associata AVBRAIN S.r.l., che è anche nostro partner ICT, la fattibilità di un UPGRADE dei propri sistemi (sicuramente la soluzione economicamente più conveniente) e, qualora ciò non fosse possibile, le eventuali alternative percorribili. Contestualmente a questa attività, il nostro partner fornirà anche una valutazione sullo stato delle licenze applicative Office e sull’eventuale necessità di un UPGRADE delle stesse.

Qualora riterrai di voler aderire allo screening, prenota qui il tuo appuntamento e ti supporteremo nelle operazioni da svolgere.